A Tollo arrivano i No Triv dalla Croazia

Verso il referendum, il sindaco Radica li porta all’Enomuseo. A Chieti i 5 Stelle sul Corso.  I no-triv in campo. Ieri, ad una settimana dal referendum sulle trivelle, è stata una giornata di mobilitazione generale nella provincia di Chieti per incentivare i cittadini a votare sì, con l'obiettivo di salvaguardare il Mediterraneo dal petrolio.

Leggi tutto...

Una petizione per salvare la devastazione dei Piani di Pezza

I Piani di Pezza sono un altopiano glaciale e carsico-alluvionale situato in Abruzzo, in provincia dell’Aquila, all’interno del territorio del Comune di Rocca di Mezzo, nel Parco Naturale Regionale Sirente – Velino. È luogo incontaminato, dove praticare d’inverno sci nordico, sci escursionismo e sci alpinismo e trekking a piedi, a cavallo e in MTB d’estate. In questa area protetta vivono specie a rischio di estinzione come il lupo appenninico, cervo, capriolo, aquila reale, grifone, poiana che hanno scelto come loro casa.

Leggi tutto...

Inceneritori Abruzzo: manifestazione il 10 aprile a Lanciano

Per gli ambientalisti è allarme rosso sulla questione degli  inceneritori in Abruzzo. Domenica 10 aprile manifestazione a Lanciano.

Nuovo sos delle associazioni ambientalisti sulla situazione inceneritori in Abruzzo.  Nuovo Senso Civico, Pescara PuntoZero, Comitato No Inceneritore Val di Sangro e Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua intervengono sul piano nazionale che imporrà una quota di incenerimento all’Abruzzo pari a 121.000 tonnellate.

Leggi tutto...

«Fermiamo la mattanza delle volpi»: petizione e mail bombing contro la Provincia di Teramo

Oltre 2 mila firme e centinaia di mail per fermare la delibera che autorizza un’estensione della caccia nella provincia abruzzese per il «contenimento delle volpi». Il Wwf: «Gli studi dimostrano che ucciderle non serve, è solo un favore ai cacciatori»

Oltre 2 mila firme in poche ore e mail bombing contro la Provincia di Teramo.

Leggi tutto...

REFERENDUM TRIVELLE: 5 COSE DA SAPERE PRIMA DI ANDARE A VOTARE

Il 17 aprile saremo chiamati ad esprimerci in occasione del referendum sulle trivellazioni in mare. Un referendum abrogativo, che ci offrirà la possibilità di cancellare una norma. Tanti sono ancora i dubbi che circolano. Per questo abbiamo cercato di focalizzare i punti principali del referendum e di chiarire i punti meno chiari.

Leggi tutto...

Trivelle, gli oppositori: “Società petrolifere ricche, allo Stato pochi soldi”

Ci sono anche numeri, e non solo ragioni ambientali, dietro il sì all’abrogazione della norma inserita nel referendum del 17 aprile. Una norma contenuta nella Legge di stabilità del 2015 e che assegna le concessioni alle attività estrattive senza limiti di tempo. “Ma a fronte di società petrolifere che fanno business, lo Stato non incassa quasi nulla”.

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo