Quando si dice Abruzzo si dice anche arrosticino, e viceversa. Vi abbiamo parlato della cucina regionale fondata sulle tradizioni agropastorali durante un gustoso tour attraverso i ristoranti tipici abruzzesi, fatto cenno alla transumanza come pratica principale dei pastori di un tempo, descritto la carne utilizzata nella cucina tipica: agnello, pecora e capretto, che fanno ancora parte dell’usanza comune.

Leggi tutto...

Se le università di Cambridge e Copenhagen puntano i riflettori su un paesino incastonato tra le montagne d’Abruzzo per riscoprire la storia millenaria del lino. Se un’équipe di studiosi europei ha scelto di soggiornare in un borgo dell’Appennino per individuare e sperimentare i segreti della produzione del lino.

Leggi tutto...

In passato l'impiego della pecora per l'alimentazione quotidiana dei pastori e delle classi meno abbienti era legato alla cultura della pastorizia transumante. E' consequenziale, quindi, la presenza in tutta l'area del Parco del Gran Sasso e dei Monti della Laga, di antiche ricette e piatti tramandati da generazioni, che prevedono quale materia prima, la carne dei pecora e di agnello. Tra questi, gli arrosticini di pecora rappresentano quasi il simbolo di una terra che riesce a donare, anche in condizioni aspre e marginali, un prodotto di rara squisitezza.

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo