DaAngela Capasso La sfogliatella e la sua lunga storia: da un convento della costiera amalfitana fino alla bottega di Pasquale Pintauro di via Toledo

Ogni dolce ha una sua storia. Che sia esso nato da un disastro di pasticceria, rivelatosi poi un’incredibile invenzione o una ricetta antichissima, tramandata da generazione in generazione. Una storia spesso faticosamente ricostruita o, in alcuni casi, anche inventata. La nascita della sfogliatella appartiene proprio a questa categoria: pezzi di storia frammentati, faticosamente ricostruiti tra vicoli e pasticcerie sopraffine della città partenopea.

 

Leggi tutto...

I Frentani erano un antico popolo italico di lingua osca insediato nella regione costiera dell’Adriatico centrale, tra le foci dei fiumi Sangro (territorio dei Marrucini) e Biferno (territorio dei Dauni). I municipi del popolo frentano erano Anxanum (Lanciano – CH), Histonium (Vasto – CH), Larinum (Larino – CB), Cliternia (San Martino in Pensilis – CB, Torre Ramitelli o Campomarino – CB), mentre tra le entità abitative minori vi erano Hortona (Ortona – CH) e Buca (forse Termoli) sulla costa, Uscosium (forse San Giacomo degli Schiavoni – CB), Sicalenum (Casacalenda – CB), Gereonium (Gerione – SA).

Leggi tutto...

La distribuzione dei popoli italici Tratta da La Regina A., Abruzzo e Molise. Guide archeologiche, Laterza editore, Roma-Bari 1993

L'archeologia. Cos'è?

Conoscere il passato per comprendere il presente: ricostruire le storie velate dalla terra e nella terra frantumate, storie fatte di oggetti, di edifici, di reperti. Restituirgli la voce per narrarci le affascinanti e remote vicende. Questo è lo scopo dell’archeologia, una disciplina che attraverso scavi, indagini e ricerche riesce a ricomporre la storia di millenni, coinvolgendoci.

Leggi tutto...

Il popolo degli Equi occupava una piccolissima zona montuosa, tra l’antico lago del Fucino e la valle dell’Aniene; confinava a nord-est con i Vestini Cismontani e i Sabini, a est con i Marsi, a sud con i Volsci e a ovest con i Latini e Roma.

 

Leggi tutto...

Campo di Giove è nome antichissimo, di origine sacra o miliare, o di ambedue i termini. Quasi certo una "stazione" di PRIMITIVI sulla strada che attraversa la falda della Maiella occidentale, strada famosa, ove, secondo Tito Livio, passò e ripassò Annibale nel 217 e 211 a.C. all'andare e tornare da Roma.

Leggi tutto...

L’antica città di Iuvanum, a metà strada fra Torricella Peligna e Montenerodomo, in provincia di Chieti, in località Santa Maria di Palazzo, situato ad un’altezza di m 972, è situata in un paesaggio mozzafiato con i suoi ruderi che hanno come sfondo la maestosa Majella madre, la nostra “basilica” per usare un’espressione di Flaiano.

Leggi tutto...

Imagen3aiyellow

Artìcoli recenti più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next
 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo