Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

  • A Capestrano salone del vino artigianale

    A Capestrano salone del vino artigianale

    Per 6/a edizione, dal 13 al 15 maggio, 'Naturale' si trasferisce. Dopo cinque edizioni, per quella del 2017 "Naturale, Salone del Vino Artigianale" cambia scenario e dal Palazzo Santucci di Navelli (L'Aquila) si sposta al Convento di San Giovanni a Capestrano (L'Aquila), dal 13 al 15 maggio. Un viaggio nel mondo del vino, con assaggi liberi, degustazioni guidate e conferenze, uno stimolo alla riflessione sulla cultura alimentare e sul consumo dei nostri giorni, ma soprattutto un tributo alla figura del vignaiolo-contadino, ultimo custode degli equilibri naturali e produttore del nostro cibo, nonché ponte tra modernità e riscoperta di tradizioni antiche, sapori e profumi dimenticati.

  • A CIVITAQUANA LA COTTURA TRADIZIONALE DEGLI ARROSTICINI CON “L’ARROSTICIERE IN PIAZZA”

    A CIVITAQUANA LA COTTURA TRADIZIONALE DEGLI ARROSTICINI CON “L’ARROSTICIERE IN PIAZZA”

    Nel cuore dell’Abruzzo, al confine col Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, e in particolar modo nell’area Vestina, fino a pochi decenni fa terra di passaggio dei pastori transumanti, l’arrosticino, simbolo della cucina abruzzese nel mondo, sarebbe stato inventato e perfezionato, a cura di alcuni pastori che in virtù della vicinanza con i pascoli montani, decisero di stanziarsi qui con le loro famiglie e di vendere la carne di pecora per strada come ambulanti.

  • Abruzzo outdoor: 5 weekend tra scenari mozzafiato

    5 weekend tra scenari mozzafiato

    5 luoghi dove riscoprire la natura incontaminata e vivere cinque indimenticabili fine settimana all'aria aperta.

    PARCO SIRENTE VELINO

    E' l'unico Parco Regionale abruzzese ed è uno dei più estesi d'Italia. Il Parco del Sirente Velino è un territorio che custodisce sorprendenti bellezze naturalistiche e preziose testimonianze archeologiche a architettoniche da tutelare e preservare perchè continuino raccontare anche alle generazioni future la lunga storia di questa area abruzzese così affascinante.  

  • Abruzzo Sci di fondo sul Voltigno

    L’anello Voltignolo - Voltigno nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel territorio di Villa Celiera e Carpineto della Nora, in provincia di Pescara, è una classica con gli sci da fondo, sia per chi preferisce la pista battuta che il fuori pista.

  • Abruzzo, a tavola con i coglioni di mulo

    Campotosto, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, è la patria delle omonime mortadelle. Conosciute anche come “coglioni di mulo” (data la forma e la vendita a coppie). Ovoidali, legate a due a due con uno spago annodato a mano, sono prodotte con le stesse regole del passato, quando le famiglie del paese lavoravano insieme in un’insolita corvée comunitaria per produrre le mortadelle che venivano consumate a partire dalla Pasqua.

  • Abruzzo, diminuiscono le bandiere blu ma aumentano le “bandiere verdi”

    Abruzzo, diminuiscono le bandiere blu ma aumentano le “bandiere verdi”

    Assergi. A Senigallia lo scorso 13 maggio il Direttore del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Prof. Domenico Nicoletti, ha partecipato alla prima Assemblea nazionale dei premiati “Bandiera Verde Agricoltura” della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori).

  • Abruzzo, terra di turismo attivo e sostenibile

    L'obiettivo è definire e lanciare un marchio regionale dell’Active Eco Tourism.
    Svoltosi il 15 febbraio ad Assergi (Aq) alla sede del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il primo Focus Regionale del Turismo Attivo e Sostenibile in Abruzzo finalizzato a definire e lanciare un marchio regionale dell’Active Eco Tourism, il segmento di turismo che coniuga green e wellness e che sta conquistando fette di mercato sempre più consistenti.

  • Abruzzo, uno show lungo un clic

    Abruzzo, uno show lungo un clic

    Quattro anni di lavoro. È il primo, e significativo, dato che misura l’impegno messo da Vincenzo Mazza, autore delle immagini di questo portfolio, nel suo progetto fotografico dedicato al Parco nazionale del Gran Sasso e all’altopiano di Campo Imperatore. «Ho cominciato ad apprezzare questi luoghi da escursionista e da appassionato naturalista mi sono reso conto che non esistevano immagini in grado di rendere giustizia alle loro straordinarie peculiarità».

  • Al Parco l'Università di Teramo con la XI edizione del master GESLOPAN

    Al Parco l'Università di Teramo con la XI edizione del master GESLOPAN

    Dal 4 al 9 aprile  si terrà nella sede del Parco, ad Assergi, a partire da lunedì prossimo, 4 aprile e per l'intera settimana, una sessione  del Master "GeSLoPAN - Gestione dello Sviluppo Locale nei Parchi e nelle Aree Naturali", organizzato dalle Facoltà di Medicina Veterinaria, Bioscienze, Scienze della Comunicazione e Scienze Politiche dell'Università di Teramo con il patrocinio di AIDAP, Federparchi e WWF Italia. 

  • Ambiente Italia: cosa vedere in Abruzzo?

    Ambiente Italia: cosa vedere in Abruzzo?

    Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga si estende per la maggior parte in Abruzzo, e in misura minore nel Lazio e nelle Marche. Nel suo perimetro, il Parco del Gran Sasso e Monti della Laga comprende territori di cinque province: L'Aquila, Teramo, Pescara, Rieti ed Ascoli Piceno. Con un'estensione di oltre 140 mila ettari, è la terza riserva naturale più grande d'Italia.

     

  • ARTE CONTEMPORANEA: A SANTO STEFANO DI SESSANIO LA TELA ''GIGANTE'' DI MARIANO MORONI

    ARTE CONTEMPORANEA: A SANTO STEFANO DI SESSANIO LA TELA ''GIGANTE'' DI MARIANO MORONI

    SANTO STEFANO DI SESSANIO - La mostra dal titolo "In silenzio resta" dal 30 aprile (inaugurazione ore 17) al 30 maggio presso il centro storico del Comune di Santo Stefano di Sessanio (L'Aquila), sarà allestita presso la sala consiliare dell’ex Municipio, in piazza Municipio.

  • Biodiversità: l’Italia ha la flora più ricca d’Europa

    Con oltre ottomila entità autoctone, l’Italia è il paradiso europeo della biodiversità botanica. Le regioni con il più alto numero di specie autoctone sono il Piemonte, la Toscana, la Lombardia e l’Abruzzo.

  • Campo Imperatore, in moto sull’Appennino abruzzese

    Campo Imperatore, in moto sull’Appennino abruzzese

    Dal curve del Gran Sasso alla bellezza dell'Altopiano di Campo Imperatore, non si può dire che la zona non sappia come farsi amare dai bikers di tutta Italia: ecco i nostri suggerimenti per un bel percorso in moto sull'Appennino abruzzese! 

  • Campotosto, lago delle meraviglie

    Campotosto, lago delle meraviglie

    Il lago di Campotosto è dominato proprio dal piccolo borgo medievale di Campotosto, arroccato sulle sponde del lago da cui è possibile ammirare un panorama fantastico.

    Ci troviamo a Campotosto, in uno dei luoghi più belli e suggestivi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Un lago artificiale nato durante l’epoca del fascismo tra gli anni 30 e 40 del Novecento voluto proprio dal duce che amava particolarmente la terra d’Abruzzo.

  • Canestrato di Castel del Monte - Presìdi Slow Food

    Canestrato di Castel del Monte

    Sui pascoli del Gran Sasso sono state censite ben 300 essenze foraggere, contro le 20, 30 delle Alpi. Questa eccezionale varietà e il clima secco delle quote maggiori hanno favorito nei secoli l’allevamento ovino e la transumanza dalle altre regioni: dal Tavoliere pugliese, dall’Agro Romano, dalla Maremma o dalla Terra di Lavoro, nel Casertano. La cultura della transumanza e delle relative produzioni casearie appartiene alla storia dell’Abruzzo, ma è nell’area del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga che si trova la meta pastorale per eccellenza: Campo Imperatore, un altopiano a 1800 metri di quota, lungo 19 chilometri, dove a maggio salgono ancora oggi migliaia e migliaia di pecore.

  • Castelli in Italia, il fascino senza tempo di Rocca Calascio

    Castelli in Italia, il fascino senza tempo di Rocca Calascio

    Uno dei patrimoni architettonici più importanti del nostro Paese è costituito dalle numerose roccaforti, in prevalenza di origine medievale o rinascimentale, che puntellano l’intero territorio nazionale. Tra i castelli in Italia più conosciuti e valorizzati, vi è quello diRocca Calascio, situato nell’omonimo comune della provincia de L’Aquila, in Abruzzo.

  • Ceppo – Rocca Santa Maria (TE)

    Il Ceppo è tra le località montane più visitate in Abruzzo! Sita nel comune di Rocca Santa Maria, all’interno del Parco Nazionale del gran Sasso e Monti della Laga, a 1334 m slm, il Ceppo è immerso nel secolare Bosco Martese, che prende il nome da un antico tempio Pagano dedicato al Dio Marte.

  • Concorso “Miglior miele dei Parchi d’Abruzzo”, i vincitori

    Concorso “Miglior miele dei Parchi d’Abruzzo”, i vincitori

    Il concorso per la selezione dei migliori mieli dei Parchi d’Abruzzo, nato dalla collaborazione de lParco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga con il Parco Nazionale della Majella, d’Abruzzo, Lazio e Molise e del Parco Regionale Sirente Velino, anche quest’anno ha selezionato i mieli piu’ pregiati prodotti all’interno delle aree protette abruzzesi. Il premio e’ stato assegnato domenica scorsa, nell’ambito della manifestazione “Mielinfesta”, che ha visto la partecipazione di 71 mieli di varie tipologie, frutto del lavoro e della dedizione di 41 apicoltori.

  • Conoscendo i più bei faggeti: Bosco Martese e cascata della Morricana

    La località del Ceppo così come il Comune di Rocca Santa offre delle affascinanti atmosfere primaverili della Montagna, essa offre in questo periodo spettacoli naturali meravigliosi: le infinite tinte di verde della Foresta si accendono in primavera per regalare agli osservatori atmosfere fiabesche cariche di tensione emotiva. I boschi che avremo il piacere di attraversare, grazie anche alla presenza di specie sempreverdi che spiccano tra i faggi, sono caratterizzati da questo popolamento misto di specie arboree e ciò che rende il paesaggio molto accattivante. I piccoli gruppi di abeti che si inseriscono prepotentemente nel bosco ci regalano piacevoli “variazioni” di verde rendendo il tutto cromaticamente più ricco.

     

  • Cosa vedere in Abruzzo: 10 luoghi da non perdere

    Decidere cosa vedere in Abruzzo durante un viaggio in bici non è affatto facile: la varietà dei paesaggi, le riserve naturali, le cittadine troppo spesso sottovalutate, le strade secondarie e le rocche fiabesche rendono questa regione italiana semplicemente stupenda (e in assoluto una delle mie preferite!). Pochi mesi fa abbiamo avuto modo di attraversare l'Abruzzo in bicicletta durante Transitalia e ci siamo stupiti di come siano poco conosciute certe bellezze della nostra penisola...

 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo