gente d'Abruzzo

  • Dall'Abruzzo alla Sicilia: ecco le 20 star mondiali di origini italiane

     Dall'Abruzzo alla Sicilia: ecco le 20 star mondiali di origini italiane

    Eccole le 20 star di fama mondiale che possono vantare un legame con la Penisola per via di nonni, papà, mamma e parenti originari del Bel Paese. E gettando un occhio più a Sud c'è anche qualche divo originario della Sicilia. Ma andiamo con ordine, il vero nome di Steve Tyler, ad esempio, è Steven Victor Tallarico: suo nonno Giovanni, infatti, era di Crotonei, in provincia di Crotone. La mamma di Susan Sarandon si chiama Leonora Criscione. Suo nonno Giuseppe Vincenzo era di Ragusa.

  • Goffredo Palmerini, vince il Premio “Gaetano Scardocchia” 2017 di giornalismo

     Goffredo Palmerini, vince il Premio “Gaetano Scardocchia” 2017 di giornalismo

     Il nome di Gaetano Scardocchia impresso nel logo e nel bronzo di un ambìto Premio internazionale di Giornalismo riservato alla Stampa italiana all’estero, giunto alla terza edizione. E’ davvero una bella sensazione per gli amanti del giornalismo qualificato, radicato nei valori morali dell’uomo, ricco di cultura e di fantasia ma sempre ancorato alle regole del mestiere. Dopo Madride Berlino, due capitali che hanno ospitato rispettivamente la prima e la seconda edizione nel 2009 e 2011, sarà Ostana, uno dei Borghi più belli d’Italia, in provincia di Cuneo e alle pendici del Monviso, ad ospitare il Premio, il 20 e 21 maggio 2017, un appuntamento di grande rilievo culturale con due suggestive giornate di eventi, vissute nel ricordo di Gaetano Scardocchia, un “Molisano per le vie del mondo”.

  • Panzieri, dall’Abruzzo a “Star wars”

     Panzieri, dall’Abruzzo a “Star wars”

    Per Francesco Panzieri si è avverato un sogno tanto agognato quello di lavorare ad Hollywood. Portano la sua firma gli effetti speciali del nuovo film “Guerre stellari, il risveglio della forza“, che vede  protagonista l’attore americano Harrison Ford.

  • "L’Abruzzo com’è": l’esilarante parodia de “I 4 Santi” spopola sul web (Video)

    L’Abruzzo com’è

    Ha già ottenuto 115 mila visualizzazioni, tantissimi like e oltre 3 mila condivisioni la divertente parodia dal titolo “L’Abruzzo com’è” realizzata da “I 4 Santi”, quattro giovani teatini mossi da un comune denominatore: divertirsi e divertire. Protagonisti del video pubblicato sulla fanpage di Facebook Valerio Vespucci, Giovanni Adriani, Marco Di Lillo e Christian Ippolito, star della platea social grazie ad una fervida creatività e ad una buona dose di sana e irresistibile “abruzzesità”.

  • “Ask the dust” – Chiedi alla polvere di John Fante

    Chiedi alla polvere di John Fante

    “Fra le righe” è la nuova rubrica de Lo Stradone in collaborazione con l’Associazione Culturale FORUM DEGLI AUTORI di Corato e si pone l’obiettivo di disquisire e riflettere su letteratura, cultura e società assieme ad eccellenze del nostro territorio quali i membri del Forum degli Autori, creando un filo diretto di discussione e condivisione col lettore.

  • “Figli d’Abruzzo dimenticati. Storie della nostra emigrazione”

    Figli d’Abruzzo dimenticati

    “Figli d’ Abruzzo dimenticati. Storie della nostra emigrazione”. Geremia Mancini, Presidente onorario dell’Associazione “Ambasciatori della Fame”, ripercorre la storia di Pasquale Fanà dal “sogno americano” alla tragedia. Era nato a Città Sant’Angelo il 6 gennaio del 1882. Morì, il 28 aprile del 1924, nella tragedia mineraria di Benwood in West Virginia.

  • “Le radici e le ali” di Goffredo Palmerini: pregi umani della nostra Italia nel mondo

    “Le radici e le ali” di Goffredo Palmerini: pregi umani della nostra Italia nel mondo

    21 marzo: primo giorno di primavera! È bello battezzare nel dì in cui si festeggia anche la poesia l’ultimo libro “nato” di Goffredo Palmerini, Le radici e le ali, che bene si conforma ai tempi moderni! Perché, proprio come accade in ambito di natalità infantile dove l’esame ecografico permette di godere della visione del nascituro molto prima della nascita effettiva, altrettanto, grazie ai social network, è accaduto a questo splendido sesto volume di Palmerini, edito dalla One Group dell’Aquila:

  • ABRUZZESI CHE TORNANO A CASA

    ABRUZZESI CHE TORNANO A CASA

    Tempo fa, sempre su questo blog, ho raccontato la storia di Giulio, un ragazzo della mia età che dopo diversi anni di studio e lavoro a Milano ha scelto di tornare in Abruzzo per investire le competenze professionali fino a quel momento acquisite nella regione in cui è nato e cresciuto.

    Di storie come quella di Giulio non ne esistono molte, perlomeno in Abruzzo. Oppure si?

  • Abruzzo in Japan, l'evento enogastronomico presso la Trattoria dai Paesani

    Abruzzo in Japan, l'evento enogastronomico presso la Trattoria dai Paesani

    Racconta una leggenda giapponese, Umei no akai ito, ovvero la “leggenda del filo rosso del destino”, che ogni persona porta, sin dalla nascita, un filo rosso legato al mignolo della mano sinistra che lo lega in modo indissolubile alla propria anima gemella.

  • ABRUZZO IN JAPAN: GLI ACQUERELLI DELL'ARTISTA JUAN ALFREDO PARISSE IN MOSTRA A TOKYO

    ABRUZZO IN JAPAN

    Gli scorci dei paesaggi abruzzesi dipinti con colori delicati da Juan Alfredo Parisse, maestro acquerellista aquilano, saranno tra i protagonisti dell’evento “Abruzzo in Japan”, che prenderà il via oggi a Tokyo, nel popoloso quartiere commerciale di Shinjuku.

  • Abruzzo, terra di emigranti: quasi 180mila residenti all'estero Alghero News Italy

    Abruzzo, terra di emigranti

    Considerando che nel 2015 il numero considerevole dei connazionali espatriati era di 107.529, si rileva invece un incremento del 6,2% degl iscritti all'anagrafe dei residenti all'estero "AIRE", percentuale riferita a 6.232 persone in più. A rilevare qusta tendenza è il rapporto "Italiani nel mondo 2016" presentato oggi a Roma dalla Fondazione Migrantes.

  • Abruzzo. Storie della nostra emigrazione

    Storie della nostra emigrazione

    Fioravante Tenisci da Ortona al Canada. L’uomo che aiutò tanti italiani, soprattutto abruzzesi, a realizzare oltreoceano i propri sogni. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu imprigionato nel Campo di Concentramento di Petawawa nell'Ontario. Ancora una storia dimenticata di Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”.

    Fioravante Tenisci nacque a Ortona (Ch), frazione Villa San Leonardo, il 10 aprile del 1907. Fioravante, primo di sei figli, giunse in Canada, assieme al padre Antonio,  nel 1928. Inizialmente si stabilì ad Halifax ma poi andò a lavorare, per due anni,  nelle miniere di carbone di Fernie.

  • Al designer abruzzese, Andrea Cingoli, 2 nomination Al German Design Award

     Andrea Cingoli, il designer abruzzese fondatore di CONCEPTICON studio, è stato inserito, dal prestigioso German Design Council, tra i partecipanti del German Design Award 2018. La peculiarità dell’ambito riconoscimento risiede proprio nella procedura di accesso, con la giuria che valuta, in maniera propedeutica, l’ammissione al concorso sulla base dei lavori e del curriculum professionale del candidato. Due le proposte che sono state apprezzate, Duc(oo)k (strumento multifunzioni per la cucina) e Flamp (lampada realizzata in Flexiglass, materiale di riciclo brevettato dallo stesso designer abruzzese).

  • ANTONIO DEL PIZZO DA CALZOLAIO A POETA

    ANTONIO DEL PIZZO DA CALZOLAIO A POETA

    Antonio Del Pizzo è poeta abruzzese. Faceva il calzolaio (lu scarpàrë) alle falde della Maiella. Egli non cé più tra di noi, ma ha scritto un libro di poesie dialettali intitolato : ”Tra le botte de martelle” che sta raccogliendo ampi consensi sia dalla critica sia da molti lettori.

  • Arte in lutto in Abruzzo, è scomparso a 80 anni l’artista Civitarese

    Arte in lutto in Abruzzo, è scomparso a 80 anni l’artista Civitarese

    PESCARA. Sapeva di stare male, ma fino all’ultimo ha continuato a raccontarsi con l’arte, quella per la quale ha vissuto e che tante soddisfazioni gli ha dato.

    È morto a 80 anni il pittore Goffredo Civitarese, originario di Chieti e da anni residente a Pescara dove si sono svolti i funerali nella parrocchia di San Luigi, a due passi da casa sua, in via Tommaso da Celano.

  • Atlete, attrici e imprenditori: ecco i teatini famosi

    Nella foto: Giulia Di Quilio. Portano avanti con fierezza le origini teatine l'attrice premio Oscar Giulia Di Quilio, la ginnasta Fabrizia D'Ottavio, il regista Luciano Odorisio. Ma da Chieti arrivano anche l'ex terrorista dei Nar Francesca Mambro e Sergio Marchionne, l'uomo del rinnovamento Fiat.

  • Aveva origini abruzzesi il precursore della biologia dermatologica Guglielmo Montagna

    Aveva origini abruzzesi il precursore della biologia dermatologica Guglielmo Montagna

    Il presidente onorario dell’Associazione culturale “Ambasciatori della Fame”, Geremia Mancini, riporta alla luce un nuovo talento che aveva origini abruzzesi. Si tratta del professor William Montagna, uno dei grandi precursori della biologia dermatologica. A lui e’ dedicato il “Montagna Simposium on the Biology of Skin”. “Guglielmo detto William Montagna – fa sapere Mancini – era nato a Roccacasale (L’Aquila) il 6 luglio del 1913.

  • Da Celano a New York Robert Presutti il fotografo delle star

    Da Celano a New York Robert Presutti il fotografo delle star

    L’artista abruzzese è arrivato nella Grande Mela nel 1994 «Non conoscevo l’inglese e non avevo neppure un indirizzo».

    Le sue foto raccontano i colori del mondo. Ogni suo scatto cattura, grazie a quella sua disinvoltura nel fissare in un attimo momenti che durano una vita. Robert Presutti è un fotografo abruzzese che vive a New York, amico delle star ma capace di “perdersi” nella solitudine del mondo degli emarginati, ai confini della civiltà, per trasmettere emozioni attraverso le immagini.

  • Dall’Abruzzo all’Alaska sulle tracce di Jack London «La vita comincia a 50 anni»

    Dall’Abruzzo all’Alaska sulle tracce di Jack London

    Silvio Ascenzo di San Valentino racconta le sue spedizioni all’estremo Nord «Il mio viaggio continuo lontano dalla civiltà verso la meraviglia dell’ignoto».

    «Perché poi resistere all'attrazione di quelle sirene?», considera ad alta voce Silvio Ascenzo, abruzzese di San Valentino, sguardo lungo, innata curiosità di conoscere, un tipo alla Indiana Jones.

  • Dall’Etiopia all’Aquila come corre Adugna

    Quanto è difficile togliere il fango dalle runners dopo una gara sulla lunga distanza. Con le scarpe segnate dai sassi incontrati lungo il percorso. E di sassi lungo il percorso, Biniyam Senibeta Adugna ne ha incontrati parecchi, ancora prima di vestire canotta e pantaloncini e fare incetta di premi e trofei in tante gare podistiche.

 
 

Seguici su Twitter

Mi Piace Ilove abruzzo